Sii abbastanza forte per prendersi cura di te stesso attraverso il cancro al seno


Rispettiamo la tua privacy. La settimana scorsa, il quarterback di Chicago Bears, Jay Cutler, ha suscitato molto clamore. Durante la partita del campionato NFC contro i Green Bay Packers, Cutler si ferì al ginocchio.

Rispettiamo la tua privacy.

La settimana scorsa, il quarterback di Chicago Bears, Jay Cutler, ha suscitato molto clamore. Durante la partita del campionato NFC contro i Green Bay Packers, Cutler si ferì al ginocchio. Questo gioco doveva determinare quale squadra stava andando al Super Bowl, e quando Cutler sembrava controllare, la vittoria alla fine andò a Green Bay. Il clamore che è scoppiato è stato causato da giornalisti sportivi, fan e persino dai propri compagni di squadra di Cutler, che hanno messo in dubbio la sua durezza e il suo impegno nei confronti della squadra e si sono chiesti se fosse stato ferito. Alla fine, una risonanza magnetica ha mostrato che in effetti Cutler aveva subito un grave infortunio al ginocchio. Questo fine settimana, invece di scusarsi, gli accusatori sembravano pensare che avrebbe dovuto essere abbastanza forte da giocare la durata del gioco con un infortunio.

Probabilmente ti starai chiedendo cosa questa storia abbia a che fare con il cancro al seno. Bene, come sopravvissuta al cancro al seno, io per primo sono in grado di relazionarmi con il calvario di Jay Cutler. Mentre stavo attraversando la chemioterapia, il mio manager in cui lavoravo all'epoca mi ha effettivamente messo in discussione il mio bisogno di prendere il giorno strano. E il suo manager in realtà mi ha detto di una donna che conosceva che ha "preso a calci un ..." e ha lavorato ore extra quando ha passato il trattamento per il cancro al seno - così entrambi hanno messo in dubbio il mio impegno. Tutto sommato, il tentativo di farmi sentire in colpa per sentirmi male significava che non mi ero quasi tolto il tempo di cui avevo davvero bisogno.

La saga dei Chicago Bears e il loro quarterback perdente questa settimana mi hanno ricordato questa esperienza. Così a molti di noi viene diagnosticato un cancro al seno e cerchiamo di tenere il ritmo che abbiamo stabilito quando stavamo bene. Inoltre, ci sentiamo in colpa per aver lasciato andare le nostre famiglie e i nostri colleghi, e ci sentiamo obbligati a chiedere scusa quando prendiamo tempo per riposare. È facile vedere quanto sia ridicolo tutto quando viene inserito nel contesto di una partita di calcio. Dopotutto, è solo un gioco, indipendentemente dalla quantità di denaro in gioco e dal trofeo in palio. Ma per i malati di cancro al seno, sono le nostre vite a essere in pericolo.

Troppe donne con diagnosi di cancro al seno non si prendono il tempo e si prendono cura di cui hanno realmente bisogno. Ci confondiamo con la chemioterapia e le radiazioni con un sorriso sui nostri volti, riluttanti a cancellare persino una conferenza genitori-insegnanti. Non prendiamo tempo libero dal lavoro e nessuno suggerisce che restiamo a letto per un giorno o due, quando ciò di cui abbiamo veramente bisogno è di una settimana o due senza alcun obbligo. Che senso ha?

I Chicago Bears avrebbero dovuto fare un backup. Nelle nostre vite, però, non c'è alcun backup. Si tratta di prendersi cura della prima stringa e assicurarsi che siamo lì per iniziare un'altra partita. Se siamo giù, dobbiamo tirarci fuori. Mi congratulo con Jay Cutler per essere stato abbastanza forte da sapere quando ha bisogno di tirarsi fuori dal gioco. A volte prendersi cura di noi stessi è la parte più difficile.Last Aggiornato: 31/01 / 2011Importante: I punti di vista e le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore e non di Everyday Health. Vedere di più Tutte le opinioni, i consigli, le dichiarazioni, i servizi, gli annunci pubblicitari, le offerte o altre informazioni o contenuti espressi o resi disponibili tramite i Siti da parte di terzi, compresi i fornitori di informazioni, sono quelli dei rispettivi autori o distributori e non Tutti i giorni. Né Everyday Health, i suoi licenziatari né i fornitori di contenuti di terze parti garantiscono l'accuratezza, la completezza o l'utilità di qualsiasi contenuto. Inoltre, né Everyday Health né i suoi Licenzianti approvano o sono responsabili dell'accuratezza e dell'affidabilità di qualsiasi opinione, consiglio o affermazione fatta su alcuno dei Siti o dei Servizi da parte di soggetti diversi da un rappresentante autorizzato di Salute o Licenziante di tutti i giorni mentre agisce nel suo / a suo / a funzionario / a. capacità. Potresti essere esposto attraverso i Siti o i Servizi ai contenuti che violano le nostre politiche, è sessualmente esplicito o è altrimenti offensivo. L'accesso ai Siti e ai Servizi è a proprio rischio. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la tua esposizione a contenuti di terzi sui Siti o sui Servizi. La salute di tutti i giorni e i suoi licenzianti non assumono e rinunciano espressamente all'obbligo di ottenere e includere informazioni diverse da quelle fornite da fonti di terze parti. Dovrebbe essere inteso che non difendiamo l'uso di qualsiasi prodotto o procedura descritta nei Siti o attraverso i Servizi, né siamo responsabili per l'uso improprio di un prodotto o una procedura a causa di un errore tipografico. Vedi meno

Lascia Il Tuo Commento