Ritorno alle prime linee nella battaglia contro il cancro al seno


Rispettiamo la tua privacy. Sono a quattro mesi con il mio oncologo ora. Dopo cinque anni di trotterellando nello stesso ufficio, non vedo l'ora di visitare la mia vecchia rete di supporto che mi ha visto attraverso la chemioterapia.

Rispettiamo la tua privacy.

Sono a quattro mesi con il mio oncologo ora. Dopo cinque anni di trotterellando nello stesso ufficio, non vedo l'ora di visitare la mia vecchia rete di supporto che mi ha visto attraverso la chemioterapia. Sembra tuttavia che dopo cinque anni il vecchio personale di supporto sia cambiato. Le infermiere di oncologia che mi hanno agganciato alle borse antigoccia sono passate ad altri lavori e non ho riconosciuto nessuno nella clinica di chemiologia in visita. Forse è una buona cosa. Niente da collegare al periodo della chemio.

Questa visita l'ho incontrata con l'assistente medico del mio dottore. Mi ha controllato e mi ha detto che tutto sembrava a posto, mi ha dato la mia prescrizione per una radiografia del torace e mi ha mandato alla clinica per la chemioterapia per un prelievo di sangue. Prima che finisse, però, mi consigliò che stavo finendo con il Tamoxifen questo mese. Ho scoperto che il dottore vuole che provi Femera per alcuni anni, ora che il Tamoxifene è finito. Questo mi turba. Arimidex è stata la cosa peggiore che mi abbia mai colpito oltre al cancro. Ho scritto molti blog sui terribili effetti collaterali che ho avuto dall'assunzione di Arimidex come articolazioni dolorose e aumento di peso. Anche io e Femera non andiamo molto d'accordo. Ho detto al dottore che ci avrei provato per un po ', ma ho intenzione di rimandarlo per qualche settimana. Ho bisogno di prepararmi prima.

La cosa orribile del cancro al seno è che il trattamento è davvero raccapricciante. Dalla chemioterapia alle radiazioni ai farmaci ormonali come Arimidex e Tamoxifen. Immagino che un modo per porre fine alla malattia sia ucciderti - almeno sembra che sia quello che sta succedendo. Quindi abbiamo davvero guadagnato il tag "sopravvissuto". È una lunga battaglia combattuta, e sembra che io sia ancora in prima linea. Ultimo aggiornamento: 1/6 / 2010Importante: le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore e non di Everyday Health. Vedere di più Tutte le opinioni, i consigli, le dichiarazioni, i servizi, gli annunci pubblicitari, le offerte o altre informazioni o contenuti espressi o resi disponibili tramite i Siti da parte di terzi, compresi i fornitori di informazioni, sono quelli dei rispettivi autori o distributori e non Tutti i giorni. Né Everyday Health, i suoi licenziatari né i fornitori di contenuti di terze parti garantiscono l'accuratezza, la completezza o l'utilità di qualsiasi contenuto. Inoltre, né Everyday Health né i suoi Licenzianti approvano o sono responsabili dell'accuratezza e dell'affidabilità di qualsiasi opinione, consiglio o affermazione fatta su alcuno dei Siti o dei Servizi da parte di soggetti diversi da un rappresentante autorizzato di Salute o Licenziante di tutti i giorni mentre agisce nel suo / a suo / a funzionario / a. capacità. Potresti essere esposto attraverso i Siti o i Servizi ai contenuti che violano le nostre politiche, è sessualmente esplicito o è altrimenti offensivo. L'accesso ai Siti e ai Servizi è a proprio rischio. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la tua esposizione a contenuti di terzi sui Siti o sui Servizi. La salute di tutti i giorni e i suoi licenzianti non assumono e rinunciano espressamente all'obbligo di ottenere e includere informazioni diverse da quelle fornite da fonti di terze parti. Dovrebbe essere inteso che non difendiamo l'uso di qualsiasi prodotto o procedura descritta nei Siti o attraverso i Servizi, né siamo responsabili per l'uso improprio di un prodotto o una procedura a causa di un errore tipografico. Vedi meno

Lascia Il Tuo Commento