Sottolineare il mio dolore da artrite: più di una dichiarazione di moda


Rispettiamo la tua privacy.

Rispettiamo la tua privacy.

di Michael Kuluva, speciale per la salute di tutti i giorni

Come raccontato a Denise Maher

Il concept per la mia linea Creaky e Tipsy Spring 2017 (presentato in anteprima alla Fashion Week di New York a settembre) doveva mostrare quali articolazioni mi facevano male mentre alzavo generale consapevolezza - in modo divertente e colorato - di come l'artrite colpisce così tante persone.

Volevo illustrare le articolazioni nei miei gomiti, spalle, ginocchia e schiena - con sfumature diverse per mostrare i miei sintomi dolorosi, e come la tenerezza può modificare. Il rosa diventa arancione; il blu diventa rosso.

Questa linea di abbigliamento attira l'occhio - e la consapevolezza del pubblico - sui punti focali dell'artrite sul capo reale. Il colore scoppia e le stampe grafiche illustrano dove si trova il dolore sulla forma e come ci si sente.

Accendilo, lasciandolo andare

Quando stavo soffrendo seriamente, nel peggiore dei casi - proprio prima che venissi diagnosticata con artrite reumatoide (RA) - Mi sentivo come le articolazioni in tutto il mio corpo illuminato come una stringa di luci avvolto attorno ad un albero di Natale. Questa collezione è un concetto grafico di quella sensazione.

Mentre la creazione di questi disegni - e l'atto di autoespressione - non diminuiva esattamente il mio dolore, il lavoro creativo ha portato sollievo per alcuni problemi. Ero stato riservato alla mia malattia, e ora che la mia diagnosi di RA è allo scoperto, un peso mi è stato tolto di mezzo. È una rivelazione. Posso essere più sincero sul perché non mi sento bene. E la veridicità sembra molto meglio dei segreti.

Illuminare una malattia invisibile

L'AR può essere una malattia invisibile. Voglio illustrarlo per le persone che non riescono a vederlo, non ce l'hanno o non lo capiscono. Alcune persone hanno bisogno di immagini; se mostro dove ho dolore, aiuterà alcune persone a farlo.

La moda può creare una conversazione. Insieme, i colori e la grafica comunicano il dolore a coloro che non lo conoscono personalmente. Il dolore invisibile non si attenua quando diventa visibile, ma cambia qualcosa. Per i giovani che non possono descrivere o esprimere il loro dolore, la moda è un modo universale per far sapere loro che c'è una comunità e che possono farne parte. Possono apprendere che gli altri stanno soffrendo, ma anche che gli altri li sostengono, e forse possono essere più aperti a riguardo.

Se un sedicenne consapevole di moda vede questa frase e sta sperimentando sintomi, forse lei " Avrai meno paura di fare domande e più probabilmente di capire una malattia. Forse diventerà più informata sulla propria salute o semplicemente più informata sulla vita. Forse salterà sul sito CreakyJoints e apprenderà che l'artrite può capitare a chiunque.

Il modulo incontra la funzione

Ho realizzato il mio abbigliamento da spandex e lycra. Ha lo scopo di incoraggiare le persone con (o senza) artrite ad essere attive, ma è anche pratico e facile da salire e scendere senza cerniere o pulsanti. Non è vincolante, ma abbraccia confortevolmente il corpo. Puoi indossarlo per fare yoga o indossarlo tutto il giorno, e puoi persino dormirci.

Ho sentito parlare molto di persone con artrite e dei loro problemi con le scarpe. Mi piacciono i slip-on perché non devo chinarmi o legarli, e posso indossarli quando i miei piedi sono gonfiati. Ma nessuno ha risolto i problemi di sneaker che le persone con l'artrite affrontano. Il mio prossimo progetto non è ancora finalizzato, ma potrei doverlo dire ...

Il potere delle rivelazioni pubbliche

L'artrite è una malattia che non è ben compresa, ma ci sono così tanti di noi che vivono con essa. Celebrità e altre persone di alto profilo che hanno un seguito possono davvero aumentare la consapevolezza all'interno di un gruppo demografico. Quando più celebrità attirano l'attenzione sull'artrite, ci avviciniamo alla ricerca di una cura.

Michael Kuluva , 33, è un pattinatore professionista diventato fashion designer e direttore creativo di Tumbler e Tipsy. All'età di 28 anni gli fu diagnosticata l'artrite reumatoide. In precedenza un pattinatore professionista di ghiaccio, Kuluva ha lavorato nel settore della moda negli ultimi dieci anni. Ha collaborato con il gruppo di advocacy CreakyJoints per il debutto alla Fashion Week di New York della collezione di passerelle Tumbler e Tipsy Primavera / Estate 2017.

Foto: WireImage Style360Last Aggiornato il: 19/09 / 2016Importante: Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore e non salute quotidiana. Vedere di più Tutte le opinioni, i consigli, le dichiarazioni, i servizi, gli annunci pubblicitari, le offerte o altre informazioni o contenuti espressi o resi disponibili tramite i Siti da parte di terzi, compresi i fornitori di informazioni, sono quelli dei rispettivi autori o distributori e non Tutti i giorni. Né Everyday Health, i suoi licenziatari né i fornitori di contenuti di terze parti garantiscono l'accuratezza, la completezza o l'utilità di qualsiasi contenuto. Inoltre, né Everyday Health né i suoi Licenzianti approvano o sono responsabili dell'accuratezza e dell'affidabilità di qualsiasi opinione, consiglio o affermazione fatta su alcuno dei Siti o dei Servizi da parte di soggetti diversi da un rappresentante autorizzato di Salute o Licenziante di tutti i giorni mentre agisce nel suo / a suo / a funzionario / a. capacità. Potresti essere esposto attraverso i Siti o i Servizi ai contenuti che violano le nostre politiche, è sessualmente esplicito o è altrimenti offensivo. L'accesso ai Siti e ai Servizi è a proprio rischio. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la tua esposizione a contenuti di terzi sui Siti o sui Servizi. La salute di tutti i giorni e i suoi licenzianti non assumono e rinunciano espressamente all'obbligo di ottenere e includere informazioni diverse da quelle fornite da fonti di terze parti. Dovrebbe essere inteso che non difendiamo l'uso di qualsiasi prodotto o procedura descritta nei Siti o attraverso i Servizi, né siamo responsabili per l'uso improprio di un prodotto o una procedura a causa di un errore tipografico. Vedi meno

Lascia Il Tuo Commento